Avere Fegato - Una questione di cervello
DIFFUSIONE DELLA CAMPAGNA
IL PROGETTO
  Obiettivo del progetto
Metodologia
  Il tumore del fegato
  Stato attuale
Epidemiologia
Diagnosi
Terapia
Trapianto
  I fattori di rischio
  I fattori di rischio
Cirrosi Epatica
Epatiti Virali
Abuso di alcool
Steroidi Anabolizzanti
  Prevenzione
  10 buone regole
Test: 'Quanto bevo?'
AREA MEDICI
Epatite virale da HAV (Epatite A) Indietro

L'epatite A è causata da un virus a RNA (HAV), che, pur ubiquitario, si riscontra prevalentemente dove le condizioni igieniche sono più scadenti.
La malattia può avere un decorso estremamente vario con pochi sintomi di tipo simil-influenzale, o con ittero, febbre, dolori alle ossa, nausea e vomito e diarrea. Dopo 15-30 giorni d'incubazione inizia una fase pre-itterica di circa una settimana, con aumento delle transaminasi, causato dalla lisi degli epatociti. Successivamente compare l'ittero (colorazione giallastra della cute e delle mucose) dovuto all'incapacità da parte del fegato di metabolizzare ed eliminare la bilirubina con la bile, con urine che appaiono scure (color marsala) e feci chiare.
La malattia non ha bisogno di alcuna terapia specifica e non tende a cronicizzare.

Sul sito